Side Menu

Seguici sui Social!

Ultime News
 
   

4 Ottobre: Giornata Mondiale degli Animali… il benessere in prima linea!

Il 4 ottobre di ogni anno, nel giorno di San Francesco D’Assisi, patrono degli animali, si celebra la Giornata Mondiale degli Animali (World Animal Day).

La ricorrenza mira ad aumentare e tutelare il benessere degli animali attraverso diverse iniziative di sensibilizzazione. Il suo creatore fu Heinrich Zimmermann che, a Berlino nel 1925, organizzò il primo evento mondiale dedicato agli animali con oltre 5000 partecipanti. Inizialmente solo alcuni paesi (Germania, Austria, Svizzera e Cecoslovacchia) presero parte e appoggiarono l’iniziativa e fu solo nel 1931, attraverso una votazione durante il congresso Internazionale sulla protezione degli animali, che la Giornata Mondiale ottenne il riconoscimento universale e la data venne fissata ufficialmente per il 4 ottobre.

L’evento è supportato, tutt’oggi, da un sito internet che spiega in modo dettagliato la missione e il significato dell’evento e pone l’accento sulle diverse iniziative che associazioni, organizzazioni, comunità, aziende, club giovanili e anche singoli individui mettono in atto ogni anno per far progredire il più possibile lo status di benessere e dei diritti degli animali.

Le condizioni di benessere e salute degli animali da compagnia come cani, gatti, conigli, cavalli o degli animali da fattoria come mucche e galline sono sempre più sotto la lente di ingrandimento grazie all’azione dei movimenti animalisti che si battono per la tutela dei loro diritti e per garantire loro una vita dignitosa e serena.

Purtroppo conosciamo molto bene situazioni e episodi in cui gli animali vengono trattati come oggetti o mezzi per ottenere qualcosa spostando l’asticella verso una visione meno zooantropologica ma più zootecnica. Per fortuna sempre più persone sono sensibilizzate verso questi problemi e combattono perché queste situazioni non si verifichino più.

Per noi, che lavoriamo con i nostri amici animali, è la loro festa tutti i giorni dell’anno. La mission della nostra associazione è proprio quella del benessere, e non solo il benessere delle persone a cui rivolgiamo i progetti di Pet Therapy, ma anche dei cani, dei gatti, dei conigli, degli asini e dei cavalli che ci accompagnano in questa avventura lavorativa e nella nostra vita di tutti i giorni.

Gli animali coinvolti nei progetti di Pet Therapy di UAM vivono con noi nelle nostre case, ci accompagnano nella nostra vita quotidiana, affrontando con noi tutti i risvolti di questa e sono considerati nostri pari, nostri amici e nostri colleghi.

Tutelare la loro salute e il loro benessere dev’essere il primo pensiero che un coadiutore dell’animale che lavora in pet therapy deve avere sia prima di ogni seduta che in ogni momento della vita. L’animale può portare benessere solo se è lui il primo ad essere in salute e questo non solo da un punto di vista medico ma anche psicologico. Ecco perché uno degli aspetti più importanti, e che sottolineiamo più spesso durante i nostri corsi di formazione, è proprio la tutela dei bisogni e dei diritti dei nostri amici animali.

Renderli felici e in salute non vuol dire solo dar loro da mangiare ed occuparci delle loro eliminazioni ma anche offrirgli occasioni di socializzazione con persone e animali e renderli soddisfatti della qualità di vita che hanno. Per questo motivo uno dei compiti essenziali del Coadiutore ad esempio del cane negli Interventi Assistiti con gli Animali (Pet Therapy) è quello di regalargli delle attività piacevoli: delle belle passeggiate in libertà con attività olfattive in cui cerca cibo o oggetti nascosti nell’erba, percorsi di agility o altre attività sportive, giocare con palline, fresbee, trecce, insegnargli cose nuove. Sono tutte possibili attività che renderanno il cane contento e appagato, aumenteranno la sua autostima e il legame con il proprio compagno umano. Solo dopo che il cane ha acquisito un suo benessere psicofisico potrà rendere al massimo nelle attività che includono il benessere di altre persone.

In questo modo, e grazie anche alla struttura giocosa delle sedute di Pet Therapy, queste ultime saranno viste dall’animale come un momento ludico, di relazione con il proprio compagno di vita e con il resto della società; tutto diventa non una costrizione o un lavoro ma un’occasione per crescere insieme aiutando gli altri.

A volte si pensa che per tutelare i nostri amici animali si debbano fare grosse campagne di lotta o donare molti soldi, ma alla fine anche nel nostro piccolo, con pochi gesti e con un po’ di impegno a mettersi in gioco possiamo rendere la loro vita piena e felice.

Questa giornata mondiale vuole essere un promemoria ma la nostra attenzione nei confronti degli animali dovrebbe essere quotidiana e costante, loro ci donano molto e non chiedono nulla in cambio, siamo noi la loro voce per donarci una vita bella… insieme!

 


Chi ha scritto questo articolo.

Sonia Ciraolo
Traduttrice, responsabile di attività assistite con gli animali, coadiutore del cane in IAA

 

 

 

0 Commenti

Sorry, the comment form is closed at this time.